Millennials

Millennials

Leggi altri post di questo autore

Di Maria Pappini

Secondo una recente statistica redatta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità l’Italia è al quinto posto nel Mondo e prima tra i cosidetti “paesi sviluppati” per la diffusione del morbitto, una
malattia esentematica ad alto rischio di contagio.

Sembra quasi un paradosso: abbiamo una delle sanità migliori del mondo, i vaccini sono gratuiti grazie al Decreto Lorenzin, eppure migliaia di bambini rischiano ancora di morire o di subire gravi danni permanenti per una malattia che in molti paesi come gli Stati Uniti è praticamente estinta.

Noi Millennials ribadiamo con forza la necessità di vaccinare ogni nuovo nato anche di fronte a tanti Paesi in via di sviluppo – in primis gli stati dell’Africa subsahariana – che chiedono a gran
voce un aiuto dell’Occidente per aumentare le coperture. Sottolineiamo, però, anche l’importanza dell’ “immunità di gregge” per proteggere tutte quelle persone che, a causa di malattie gravi, non hanno un sistema immunitario sufficientemente forte per sopravvire a contatto con persone non vaccinate. In questa campagna elettorale non solo il Movimento Cinque Stelle, ma anche la Lega si sono schierati apertamente contro l’obligatorietà delle vaccinazioni. A nostro giudizio si tratta di una scelta assolutamente irresponsabile che gioca con la salute di troppe persone.

Sfidiamoci sui programmi, sulle scelte di politica estera ed europea, sull’economia. Non cerchiamo sempre di accapararci qualche voto in più sulla “pelle” – e questa volta non in senso figurato – dei nostri figli.