Millennials

Millennials

Leggi altri post di questo autore

Di Simone Castelli

Dopo il 4 marzo la fotografia dell’Italia che ci viene consegnata, ci mostra un’Italia confusa. Confusa dall’enpasse istituzionale per la formazione del Governo. Sono infatti molti i cittadini a domandarsi cosa succederà fra Di Maio e Salvini, in questo momento al centro della scena politica italiana.

Dall’altra parte, nella comunità del Partito Democratico che rimane fermamente convinta della posizione scelta dalla Direzione Nazionale ovvero quella dell’opposizione, c’è voglia di ripartire, c’è voglia di riscatto.

Come in tutte le partite c’è un vincitore e un vinto, gli italiani lo sanno bene, ed è per questo che in molti sperano ad una rinascita del Partito Democratico e sperano si arrivi anche in fretta.

A dimostrarlo sono le opinioni dei cittadini che non sono impegnati in politica attivamente e che abbiamo incontrato sabato mattina al mercato comunale di Brugherio dove come Millennials siamo scesi con gazeboe bandiere ad ascoltarli.

Ma non è l’unico elemento che ci fa dire ciò. Una nota positiva che ci fa ben sperare è stata anche la reazione che si è verificata subito dopo il 4 marzo con la voglia di iscriversi al Partito Democratico da parte di persone che mai avevano avuto una tessera politica in tasca.

Parlando a livello locale la dimostrazione di rivalsa, la cosiddetta prova del nove, la potremo eventualmente raccontare fra un paio di mesi poiché il 10 giugno nel nostro comune ci sarà un’importante partita da giocare: quella delle elezioni  amministrative. La prova del nove si verificherà se decine di cittadini decideranno di darci una mano nonostante le difficoltà che ci sono in questo periodo storico.

Lo scopriremo solo col tempo! Alla prossima tappa Millennials! #staytuned