Millennials

Millennials

Leggi altri post di questo autore

Di Mariano Scuotri

Sabato mattina noi Millennials siamo andati al mercato rionale di Aversa. Così, una passeggiata, zaino in spalla e fogli in mano, con l’umiltà di un obiettivo semplice: esplorare e vivere i problemi di chi si lamenta ogni giorno di ciò che non funziona, di una politica che tutto è fuorché utile al cittadino.

Quando giri luoghi come questi corri il rischio di farti entusiasmare dalla più piccola soddisfazione, come può essere quella di ricevere un complimento da chi ti dice che quello è un bel modo di fare politica. Ma questa mattina Giuseppe, un commerciante e sindacalista, è andato oltre. Ci ha colpito.

La prima cosa che ci ha mostrato non è stata la merce che vendeva, ma la sua laurea in sociologia. E ci ha parlato con la competenza di un amministratore locale (di quelli buoni però) riguardo misure di sicurezza, viabilità, tasse, direttive europee come la Bolkestein, che uccidono l’economia dei piccoli commercianti.

Noi siamo stati ad ascoltare. A tratti ci siamo sorpresi, lo confessiamo. E’ incredibile quanto ti possa raccontare molto di più una chiacchierata in strada, in un mercato, che l’ennesimo dibattito sui grandi sistemi sociopolitici.

Ma non ci siamo limitati a stare fermi con le orecchie in ascolto. “Ascolto” è l’attributo di questa iniziativa, certo, ma alla ricezione si deve accompagnare una reazione: abbiamo messo nero su bianco i disagi e i problemi di chi quel luogo lo vive ogni giorno. I questionari che abbiamo fatto compilare a commercianti e utenti del mercato di Aversa saranno lo strumento che utilizzeremo per produrre azioni concrete di denuncia e ricerca di soluzione, utilizzando la filiera istituzionale locale del nostro Partito.

Ma non siamo nemmeno superficiali: in quel mercato torneremo, con altre domande, in cerca di altre risposte che presuppongano ulteriori richieste di aiuto.

Perché la politica, quella che serve, è quella che non temporeggia, ma sfrutta tutto il proprio tempo.

E sarà il tempo a dirci se siamo sulla giusta “strada”.

Alla prossima tappa Millennials! #staytuned