Sofia Bettari

Sofia Bettari

Curiosa cronica, appassionata di politica, giornalismo e cittadina del mondo. Un po' come tutti, no?

IL PREMIER BRITANNICO BORIS JOHNSON RICOVERATO IN OSPEDALE

Nella serata di lunedì il premier britannico Boris Johnson, positivo al coronavirus, è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva del St.Thomas Hospital di Londra a causa del peggioramento delle sue condizioni. Sostituito a capo del governo dal ministro degli Esteri Dominic Raab, Johnson si trova ancora in ospedale nonostante sia uscito dalla terapia intensiva nella serata di giovedì.

SCUOLA E IMPRESE, NUOVI DECRETI DEL GOVERNO

Lunedì è stato approvato in serata dal Consiglio dei Ministri il Decreto Legge contenente “misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato”: qualora non si tornasse in classe entro il 18 maggio, sono previste un’unica prova orale telematica per i maturandi e nessun esame di terza media ma soltanto una valutazione del consiglio di classe e un elaborato del candidato; gli scrutini saranno a distanza, senza bocciatureper gli studenti non soggetti ad esami di fine corso. In caso si rientrasse in classe entro metà maggio, invece, per i maturandi ci sarà una commissione interna con un presidente esterno e l’esame sarà composto da una prova nazionale di italiano a cura del Ministero dell’Istruzione e una seconda prova preparata dalla commissione interna in aggiunta alla prova orale.

Sempre lunedì è arrivato il via libera per il Decreto Liquidità che, in attesa di un ulteriore decreto previsto nel corso di aprile, rappresenta una mano tesa verso le aziende che potranno usufruire di una “liquidità immediata per 400 miliardi di euro alle nostre imprese, 200 per il mercato interno, altri 200 per potenziare il mercato dell’export”. Come spiegato dal premier Giuseppe Conte, si tratta di “una potenza di fuoco. Lo Stato offrirà una garanzia perché i prestiti avvengano in modo celere, spedito. Potenzieremo il fondo centrale di garanzia per le Pmi e aggiungeremo il finanziamento dello Stato attraverso Sace, che resta nel perimetro di Cassa depositi e prestiti, per le piccole, medie e grandi aziende”. Oltre alle misure di ausilio alle aziende il decreto prevede anche sgravi al 50% per l’acquisto di mascherine.

LA SLOVENIA DICE NO AI “PIENI POTERI”

Martedì il parlamento sloveno ha respinto la proposta della maggioranza sulla legge per dare maggiori poteri all’esercitonel controllo delle frontiere: tale proposta era stata inizialmente avanzata in vista di un’ondata migratoria in seguito all’aggravarsi della situazione dei profughi al confine tra Turchia e Grecia. L’opposizioneha però chiesto delle garanzie sullo scopo e sulla durata dei poteri nella gestione dell’emergenza sanitaria in corso.

È JOE BIDEN IL CANDIDATO DEMOCRATICO ALLE PRESIDENZIALI USA 2020

Mercoledì Bernie Sanders ha ufficializzato la propria intenzione di ritirarsi dalle primarie del Partito Democratico statunitense, lasciando così campo libero a Joe Biden per affrontare Donald Trump alle elezioni presidenziali in programma 3 novembre 2020. In un commosso discorso televisivo Sanders è apparso comunque soddisfatto, dichiarando che “Se la nostra campagna è giunta al termine, il nostro movimento no […] il nostro movimento ha vinto la lotta ideologica nel partito anche se non ha conquistato la nomination”. Termina così dunque la seconda avventura presidenziale di Sanders, che ci aveva già provato nel 2016 salvo poi rinunciare in favore di Hillary Clinton.

STOP AL LOCKDOWN IN CINA

Da Mercoledì, dopo 76 giorni di lockdown totale, gli 11 milioni di abitanti di Wuhan possono riprendere a viaggiare all’interno e al di fuori del proprio territorio grazie ad un’applicazioneche obbligatoriamente dovranno avere sui loro dispositivi personali, contenente una serie di informazioni personali riguardanti il proprio stato di salute e in grado di attestare che non abbiano avuto contatti con nessun individuo infetto. L’intera città “eroica” ha festeggiato la fine delle misure di contenimento con spettacoli di luci, i cittadini hanno sventolato bandiere e cantato l’inno nazionale. Il lockdown cinese è una misura che è stata replicata, seppur in modalità decisamente meno “intense”, con successo in tutto il mondo e dopo 11 settimane i cittadini possono festeggiare perché il peggio è passato, ma senza abbassare la guardia.

IL SENATO APPROVA GLI EMENDAMENTI AL DECRETO CURA ITALIA

Giovedì l’ultima versione del decreto Cura Italia è stata approvata in Senato con 142 voti a favore, 4 astenuti e 99 voti contrari: confermata dunque la fiducia al Governo nonostante il voto contrario di tutta l’opposizione abbia contribuito ad accentuare il clima di tensione. Al provvedimento sono stati aggiunti i due precedenti decreti di carattere economicoe sanitario: fondi, investimenti per le aziende, sospensione dei pagamenti per professionisti e bonus per partite iva e sospensione assicurazioni e mutui per le famiglie sono solo alcune delle misure più importanti. Il testo ora verrà esaminato dalla Camera.

LA DECISIONE DELL’EUROGRUPPO

Giovedì l’Eurogruppo ha trovato un accordo sul piano per sostenere il sistema sanitario, la cassa integrazione, la liquidità alle aziende e il Fondo di rilancio post pandemia. Si tratta di un provvedimento che supera abbondantemente quota 500 miliardi di euro, nonostante alcune modalità di erogazione siano ancora in discussione: rimane aperta la questione eurobond, mentre per le spese sanitarie sarà possibile utilizzare le linee di credito del MES senza condizionalità e per il limitato periodo di emergenza.

Sofia Bettari