Sofia Bettari

Sofia Bettari

Curiosa cronica, appassionata di politica, giornalismo e cittadina del mondo. Un po' come tutti, no?

MEDICI E INFERMIERI ALBANESI IN SOCCORSO DELL’ITALIA

Lunedì il premier albanese Edi Rama ha così annunciato l’invio in Italia di una equipe di 10 medici e 20 infermieri: “Non siamo ricchi e non siamo privi di memoria”. Il gruppo sarà operativo in prima linea negli ospedali di Brescia e Bergamo.

L’UNGHERIA CONCEDE PIENI POTERI A ORBAN

Lunedì il Parlamento ungherese, con 137 voti a favore e 53 contrari, ha conferito al governo presieduto da Viktor Orbàn i cosiddetti “pieni poteri”: secondo la legge, l’esecutivo potrà governare senza il controllo del Parlamento emanando decreti e perfino modificando leggi già approvate. Il pretesto utilizzato per questa sorta di colpo di stato (così alcuni giornalisti hanno definito la mossa di Orban, il quale da tempo preparava il terreno per questo genere di manovra) è stato l’emergenza Coronavirus.

Non sapendo quando finirà l’emergenza, i pieni poteri non hanno limitazioni temporali, esattamente come accadde nel 2015 con l’emergenza migratoria che portò alla costruzione di muri tra Serbia e Ungheria (ancora oggi esistenti). È stata inoltre ignorata la petizione firmata da più di 100.000 cittadini ungheresi per fermare questa legge.

IL LOCKDOWN PROSEGUE

Mercoledì il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo dpcm che proroga i blocchi e le misure adottate per l’emergenza coronavirus fino al 13 aprile, chiarendo però che “Non siamo nelle condizioni di dire che il 14 aprile allenteremo le misure. Quando gli esperti ce lo diranno, entreremo nella fase 2 di allentamento graduale per poi passare alla fase 3 di uscita dall'emergenza, della ricostruzione, del rilancio".  Rimangono i blocchi alle attività produttive non essenziali e le restrizioni degli spostamenti.

L’UE LANCIA UN PIANO DA 100 MILIARDI CONTRO LA DISOCCUPAZIONE

Giovedì è stata annunciata dalla Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen la creazione di SURE, un fondo anti-disoccupazione da 100 miliardi a sostegno dei paesi maggiormente colpiti dall’emergenza Coronavirus. Il commissario agli affari economici Paolo Gentiloni ha dichiarato che questa misura "è la prima risposta comune dei Paesi europei" alla crisi, "il primo esempio concreto, un passo forse storico, e comincio a essere ottimista sul fatto che altri ne seguiranno”.

Sofia Bettari